La gatta
Episodio N° 28
Numero di pubblicazione 7x5

La Gatta è il ventottesimo episodio della serie animata Rat-Man.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Krik e Doc in obitorio

Doc e il Capitano Krik stanno analizzando un cadavere. Stanno constatando che le ferite potrebbero essere state causate dalle zanne o dagli artigli di un animale quando entra Rat-Man che sta mangiando un hot dog. Mentre i due si girano per controllare dei dati, a Rat-Man cade un pezzo di wurstel nel cadavere. Inizia a frugare e, finalmente, trova quello che credeva fosse il pezzetto di wurstel mancante. Quando Rat-Man lascia l'obitorio, Doc fa prontamente notare e Krik che a differenza di alcuni altri cadaveri (di uomini uccisi nello stesso modo) quello analizzato presenta al suo interno un pezzo di salsiccia.

Quote rosso1.png Auuuuuuuuuuu!!! Quote rosso2.png

Successivamente, Krik inizia a discutere con Rat-Man dell'uccisione di alcuni uomini dell'alta società. Rat-Man chiede degli indizi al capitano, che gli risponde che tutte le vittime frequentavano il Pussycat, un night club nella zona sud della città e gli chiede di andare a investigare sulla proprietaria del locale, nota come La Gatta che avrebbe potuto aver sedotto i quattro uomini per poi darli in pasto a delle belve feroci. Rat-Man, all'inizio esita, ma poi il capitano gli porge delle foto della Gatta. Il supereroe inizia a ululare, e decide di andare a investigare. Krik, però vuole assicurarsi che il supereroe ci sappia fare con le donne. Rat-Man, per dimostrarglielo bacia una donna e le chiede il suo nome. Questa, con una voce bassa e cupa, risponde "Ernesto", facendo così intendere di essere un uomo.

Una delle funzioni del costume di Rat-Man

Arrivato al night club, Rat-Man nota che il buttafuori fa entrare solo coloro che sono in giacca e cravatta. Infatti, mentre non fa entrare un uomo con pantaloni neri e camicia, fa entrare due uomini senza pantaloni solo perché hanno la giacca e la cravatta. Poco prima di entrare, viene bloccato dal buttafuori a causa del suo costume. Prontamente, Rat-Man si appresta a premere il pulsante sulla sua cintura che trasforma il suo costume in uno smoking rosso e blu. Alla fine, riesce ad entrare.

Il capitano Krik e i suoi agenti camuffati da fiorai

All'entrata, il capitano Krik, chiama Rat-Man per dirgli che lui e i suoi uomini sono di fronte al locale camuffati da fiorai. La scena taglia al furgone, quasi totalmente scoperto, circondato da alcuni vasi con dei fiori. All'interno del furgone, si possono vedere il capitano e Jordan. Il capitano Krik dice, così, a Rat-Man di cercare le belve feroci nella cantina.

Quote rosso1.png Ehi! Ma questa donna è calva! Dove sono le trecce? Quote rosso2.png

Appena entrato, Rat-Man si siede e inizia a sfogliare la brochure con il programma della serata. La prima cosa che vede è la sessione blues di Joe Desperation. Solo dopo aver visto la donna con le trecce (la donna è calva e il supereroe si chiede dove siano le trecce), si accorge che nel locale c'è qualcosa di strano.

E pensare che doveva essere solo un diversivo...

Approfitta del tempo che gli rimane prima dell'esibizione della Gatta per controllare la cantina alla ricerca delle famigerate belve feroci che avrebbero ucciso i cinque uomini. Per farsi indicare la strada verso la cantina, dice a un cameriere di essere un archeologo in cerca di un "bassorilievo dell'epoca del Re Sole" o "un arazzo pieno di mosaici della civiltà assiro-barbarica". All'entrata della cantina, però, viene bloccato da un altro cameriere. A questo, invece, Rat-Man dice di essere stato aggredito da delle formiche giganti. Rat-Man approfitta della distrazione del cameriere per sgattaiolare in cantina, mentre il malcapitato viene davvero aggredito dalle formiche. Nella cantina, il supereroe vede un'ombra dall'aria losca, così si appresta ad afferrare il suo Rat-Boomerang. Lanciandolo, rompe quasi un quarto delle bottiglie di vino presenti nella cantina. Dopodiché, accende la torcia sulla sua cintura e scopre che la creatura che pensava fosse una belva feroce era, in realtà, un sommelier che stava stappando una bottiglia di vino.

Rat-Man durante l'esibizione della Gatta

Poco tempo dopo il ritorno di Rat-Man al tavolo, si esibisce la Gatta. Nel vedere il supereroe, la donna si avvicina al tavolo. Dopo aver finito di cantare, la Gatta inizia a conversare amabilmente con il supereroe, evidentemente ammaliato dalla sensualità della donna. La Gatta ordina ad uno dei suoi camerieri di portare Rat-Man nelle sue stanze, assicurandosi che nessuno li disturbi.

La Gatta

Così, il cameriere porta Rat-Man nella stanza della Gatta. Lì Rat-Man cerca di ammazzare il tempo cercando le belve feroci. La sua attenzione, però, viene attirata dal pittoresco specchio nel quale le anime delle vittime della Gatta cercano di avvertire Rat-Man del pericolo incombente. Rat-Man, però, preferisce specchiarsi controllando i suoi denti. Mentre controlla i suoi denti, viene frastornato dal suono di un gong.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

I personaggi sono elencati di seguito in ordine di apparizione.

Principali[modifica | modifica sorgente]

Secondari[modifica | modifica sorgente]

  • Doc;
  • Buttafuori;
  • Cameriere 1;
  • Cameriere 2;
  • Sommelier;
  • Agente segreto gatto.

Personaggi in retrobottega[modifica | modifica sorgente]

Citati e menzionati[modifica | modifica sorgente]

  • Agente Juan;
  • Donna con le trecce;
  • Fufi.

Video[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.